Tutti gli eventi della cstg

Apri la Newsletter settembre-ottobre 2016

Edit

il numero 113 esce in ritardo, ma con il piacere di annunciare, in contemporanea, l’uscita del primo numero della rivista, per ora, informatica, MONOGRAFIE DI GESTALT che è disponibile sul sito www.cstg.it e di cui vi anticipiamo di seguito la copertina e la composizione dei collaboratori. Si realizza un progetto coltivato da tempo e che finalmente vede la luce, grazie anche al grande contributo dato da Paola Dei in qualità di Responsabile della redazione e di Germana Erba come Coordinatore scientifico. Ma ringrazio i tanti colleghi che hanno dato il loro sostegno aderendo al Comitato scientifico nelle due aree della Psicoterapia e delle Scienze umane come anche al Comitato editoriale. Un gruppo di Collaboratori che accoglie anche docenti con i quali collaboriamo da tempo e che hanno voluto dare credito al nostro progetto di cui potrete leggere il significato nell’Editoriale che del pari alleghiamo di seguito. Abbiamo molti temi in programma con l’intento di valorizzare anche alcune delle tesi di fine corso che si sono distinte particolarmente e che desideriamo diventino patrimonio accessibile a tutta la nostra Learning Community…. e oltre.
La rivista è stata presentata in occasione della Commissione riviste della FIAP in occasione del convegno tenutosi ad Ischia nei giorni 6-9 ottobre che ha avuto un grande successo di adesioni e qualità degli interventi di cui ci proponiamo di farvi avere abstracts e sintesi di contributi nel prossimo numero. Una anticipazione che merita essere segnalata è che ad una nostra allieva, Elena Vlacos, è stato assegnato il primo premio per la ricerca e questo ovviamente ci onora non poco. Grazie Elena per il tuo impegno che, meritatamente, è stato accreditato da una giuria qualificata e con criteri di valutazione molto imparziali.
–           Come Topic ho ritenuto utile pubblicare la seconda parte di un mio contributo presentato al congresso AIGA su: Padri, storia di una metamorfosi con il titolo: “SONO FIGLIO/A DELLA MADRE TERRA (GEA) E DEL CIELO STALLATO (URANOS)”. LA COSTELLAZIONE EDIPICA: SQUILIBRIO DELLA FUNZIONE MATERNA E PATERNA NEL DETERMINISMO DEL CARATTERE ORALE E DELLE DIPENDENZE
–           Nei giorni 19 e 20 novembre si svolgerà il CONVEGNO ANNUALE 2016 DEL CSTG che rappresenta l’avvio di un incontro annuale nel quale dare espressione a iniziative interessanti a livello di applicazione clinica o di ricerca maturate in collegamento alla Learining Commmunity del CSTG. Il Convegno vuole anche rappresentare l’occasione per un incontro con Colleghi che hanno condiviso un percorso di crescita professionale e personale che ha lasciato una traccia significativa nella vita di ciascuno. Quest’anno avrà come tema focale I RITI DI PASSAGGIO IN ADOLESCENZA NELL’ERA DIGITALE che prevede alcune relazioni di apertura in plenaria sul tema a cui seguono 4 workshops di 90 minuti in contemporanea per un totale  di 24 incontri di cui facciamo seguire il programma pre-definitivo.  Ai workshops si aggiungono 6 tavole rotonde tematiche con la possibilità di dar voce a più Colleghi impegnati nelle diverse aree di intervento e che, nel contempo, possano avviare una collaborazione che si sviluppi organicamente anche al di là dell’appuntamento congressuale.
–                      Non essendo stato possibile far convergere le due iniziative, lo stesso tema, ma orientato a docenti, genitori e ragazzi,  sarà anche oggetto della Seconda Giornata di studi a conclusione del Progetto MILANO NO SLOT… EDUCA E FORMA che si terrà venerdì 11 novembre 2016 ore 15-19 presso l’Istituto Civico Alessandro Manzoni in via G. Deledda 11 a Milano (vicino a P.zza Argentina) e di cui facciamo seguire la locandina. La giornata è aperta a insegnanti, genitori e colleghi interessati a vario titolo al mondo della scuola e alla sfida rappresentata dalla rapida e massiccia diffusione della tecnologia informatica con potenziali ripercussioni anche sulla diffusione del gioco on line. All’incontro parteciperà anche Matteo Lancini, presidente della fondazione Il Minotauro, con una relazione su: Giochi, affetti e relazioni senza corpo degli adolescenti.
–           Nell’ambito dello stesso Progetto e in linea con la strategia ispirata alla alleanza educativa Scuola-Famiglia, è stato organizzato il 31 maggio presso la scuola Setti-Carrraro un incontro “seminariale” destinato a insegnanti, genitori e studenti delle scuole secondarie di 1° per facilitare/stimolare il confronto tra i diversi “soggetti legati al tema” nella prospettiva di pervenire ad una sintesi condivisibile sulla relazione giovani-tecnologia informatica rappresentata in buona parte da smartphones e tablets che, oltre a rappresentare un elemento fortemente dipendentogeno, rappresenta spesso la via di accesso privilegiata al gioco d’azzardo on line.
Su questo tema è allo studio l’avvio di una ricerca che prevede l’utilizzo di una APP come strumento a sostegno di una strategia di “autoregolazione nell’uso della tecnologia informatica” chiamata BIT limits (analogamente a SPEED limits). L’associazione Orthos è a disposizione per qualsiasi approfondimento e/o chiarimento telefonando al: 3939335069 o a: progetto.noslot.orthos@gmail.com.
–           Per indisponibilità di sedi, il Convegno in Bicocca su IL CONTATTO INTERPERSONALE NELL’ERA DELLA CONNETTIVITA’ VIRTUALE verrà spostato ai primi mesi del prossimo anno.
–           il giorno 16 ottobre ha avuto luogo la Giornata sulla Ricerca e presentazione delle tesi di fine corso di cui facciano seguire la locandina. Un’occasione davvero preziosa per condividere traiettorie di ricerca e approfondimento nell’approccio gestaltico in una prospettiva allargata alle nuove forme di patologia e dell’area umanistico-esistenziale. Contiamo, come sempre, di far apparire gli abstracts delle tesi presentate alcune delle quali potrebbero candidarsi per possibili pubblicazioni.

–           martedì 27 settembre 2016 in collaborazione con la Associazione PHILO-pratiche filosofiche, coordinata da Romano Madera si è svolto il seminario a orientamento gestaltico-archetipico condotto da Riccardo Zerbetto sul Mito di Orfeo

–           In proseguimento della Giornata di studi su LA FUNZIONE PATERNA NELLA SOCIETÀ, NELLA SCUOLA, NELLA FAMIGLIA E NELLE RELAZIONI DI AIUTO si è sviluppata una proficua collaborazione tra Colleghi del CSTG e Liceo Tito Livio. Con il coordinamento di Filippo Petrogalli (filippopetrogalli@gmail.com) si è anche costituito un gruppo di lavoro – SCUOLA PREVENZIONE E SALUTE – che sta sviluppando forme di collaborazioni con il mondo della Scuola nei diversi settori nei quali il CSTG ha sviluppato specifiche competenze in questi decenni.
–           prosegue il Ciclo di incontri di presentazione del CSTG. Di seguito si riporta il programma della presentazione del 10 novembre 2016 alle ore 20.00.
–           stanno per chiudersi le registrazioni agevolate al 6° convegno FISIG sul tema: EPISTEMOLOGIA, CLINICA E RICERCA IN GESTALT. L’EQUILIBRIO DELLE DIFFERENZE che si terrà dal 27  al  30 APRILE 2017 presso lo  SHERATON HOTEL di CATANIA e di cui potrete vedere alcune info nel sito: www.fisig.it
–           Con delibera n. 882 del 5 settembre la Regione Toscana ha previsto i trattamenti residenziali intensivi brevi per il trattamento del gioco d’azzardo facendo esplicito riferimento al progetto sperimentale Orthos. E’ attualmente in corso un Modulo di Orthos, il numero XXXIV, per l’esattezza, a seguito del rinnovo della convenzione da parte della Regione Toscana come progetto sperimentale. Nel corso di quest’anno verranno avviate le pratiche per una “messa a norma” del Programma. Compito non facile dal momento che questa forma innovativa di intervento (intensiva e breve) non viene prevista dalle categorie attualmente accreditate. Il Programma è anche riconosciuto come sede di tirocinio per gli allievi che traggono abitualmente una significativa occasione di esperienza clinica da questo particolare tipo di intervento.
–                      Nei giorni 1-2 ottobre 2016 si è svolto presso il Collegio universitario di Pontignano (Siena) il secondo Expert Meeting della Mind Force Society, una società scientifica formata da accademici, ricercatori e studiosi attivi da anni a livello nazionale ed internazionale nel campo delle scienze della complessità. Con questa definizione si intendono attività di studio, ricerca ed intervento interdisciplinare sui sistemi complessi in tutte le loro manifestazioni e si estende a tutte le scienze e le discipline della complessità nelle discipline sociali, culturali, economiche, fisico-matematiche e biomediche. Un interesse speciale viene dedicato al funzionamento del sistema mente/corpo all’interno della rete di interrelazioni con l’ambiente. Tale interdipendenza bio-psico-sociale – ovvero la dipendenza reciproca di tutti i processi della vita – costituisce la natura di tutte le relazioni ecologiche. Di seguito riporto il programma  a cui ho avuto la possibilità di partecipare trovando suggestivi collegamenti con la prospettiva epistemologica della Gestalt (vedi: https://mindforce.foundation/1) che meritano successivi approfondimenti e sviluppi.
–           ci ha lasciati il 4 agosto, uno dei più apprezzati teorici nella Gestalt Therapy, Joel Latner. Seguirà nel testo un breve richiamo alla sua vita e al suo contributo
–           Nell’ambito del Corso di specializzazione in Gestalt, Mito e Mondo immaginale si terranno due docenze nei giorni 3 e 4 dicembre. La prima tenuta da Riccardo Zerbetto  su Furore di Ares e la seconda tenuta da Romano Madera su Filosofia e mitologia:  l’Afrodite di Epicuro. Seguono le locandine.
–           I giorni 11 e 12 dicembre Paolo Baiocchi, Medico Psichiatra, Psicoterapeuta, Direttore Istituto Gestalt Trieste, condurrà il seminario “PLEASURE INTENSIFYING REPROCESSING, Trasformare il dolore!”. Ho raccolto dalla personale esperienza di Paolo la testimonianza di un originale approccio alla sofferenza psichica che ho ritenuto utile poter estendere a quanti siano interessati.
–           Si è conclusa molto positivamente la XVI Periegesi che ha esplorato quest’anno il lato più umbratile della religiosità antica visitando i luoghi del culto di Demetra Melania per poi vistare il santuario delle Despine a Licosoura. Ma non è mancata una visita ad Itaca dove sono in corso gli scavi della (ritenuta) autentica “Casa di Odisseo”, come anche ad Olimpia e all’indimenticabile “Palazzo di Nestore” a Pylo con recenti ritrovamenti di derivazione minoica. Il corredo fotografico di questo numero raccoglie alcune immagini tratte dal viaggio.